Cos’è l’azoospermia?

L’azoospermia è definita come un’alterazione della fertilità maschile, in cui non sono presenti spermatozoi nell’eiaculato. Si registra nell’1% della popolazione maschile a livello mondiale.

Molte coppie che cercano di avere figli durante un lungo periodo, non arrivano alla gravidanza. Se non si è a conoscenza di nessun problema precedente, è necessario recarsi da uno specialista, dopo aver avuto rapporti non protetti durante un anno.

L’infertilità maschile è presente nel 50% delle coppie che hanno problemi di concepimento, poiché, nel 30% delle occasioni, l’origine dei problemi è esclusivamente dell’uomo, e nel 20% l’infertilità è legata ad una causa mista, in cui sono implicati entrambi i sessi. Considerando gli uomini che soffrono d’infertilità maschile, l’azoospermia è presente in una proporzione che oscilla tra il 10 e il 15% dei casi.

Esistono due tipi di azoospermia, a seconda dell’origine dell’assenza di spermatozoi nel seme:

  • l’azoospermia secretoria (anche chiamata azoospermia non ostruttiva): il porblema risiede nel fatto che i testicoli non sono in grado di produrre spermatozoi.
  • l’azoospermia ostruttiva: i testicoli sintetizzano gli spermatozoi, ma il problema di trova nei condotti deferenti che sono incaricati di trasportarli dall’uretra fino dove viene rilasciato l’eiaculato, per questo motivo non si trovano spermatozoi nell’eiaculato.

Une delle domande più frequenti nei pazienti azoospermici è cosa fare in questa situazione; qui troverai tutte le informazioni sull’azoospermia: la diagnosi, le cause, i tipi, gli ultimi trattamenti, le possibilità di avere figli, l’associazione con altre patologie, così come una sezione multimediale con immagini e video.